Il dibattito sull’amianto a Cernusco: da Persona e città.

Claudio Gargantini, Consigliere Comunale, dal suo blog

Persona e città

ci fa partecipi della sua interrogazione in Consiglio Comunale.

* * * * *

In attesa di ricevere le risposte del caso e/o quanto procurerà il dibattito – non è la prima volta che Gargantini tocca questo delicatissimo problema di Salute Pubblica – soprattutto fra gli ETERNI DORMIENTI che frequentano la Sala Consigliare Angelo Spinelli, questo è il mio commento pubblicato:

Ci è sempre stato assicurato che in sede di PGT, l’edificato cernuschese è stato esaminato da appositi rilevatori, anche ai fini dimensionali / stato di fatto / stato di progetto.

Se davvero queste persone hanno gironzolato per Cernusco, forse hanno guardato solo la “scatola” edilizia senza vedere oltre la punta del naso!

E se proprio erano ipovedenti, sono diventate cieche del tutto anche quando hanno semplicemente traguardato le fotogrammerie e/o le foto aeree di Google, per lo stesso motivo.

L’ho già detto non so dove, ma l’amianto è facilmente individuabile dall’alto. Il colore “chiaro” della copertura lo distingue da tutti gli altri tetti. In genere sono capannoni o batterie di box, raramente residenziali ma ci sono anche quelli!

Ci si mette di più a parlarne e a fare (sacrosante) interrogazioni e cicip e ciciop, che a trovarli, e posso tranquillamente dire dove, con questo semplicissimo metodo.

Possibile che nessuno, volontariamente, anche per sfizio, non fa una prova ad esaminare Cernusco dall’alto?

29 novembre 2012 20:48

 

Il dibattito sull’amianto a Cernusco: da Persona e città.ultima modifica: 2012-11-30T17:24:00+01:00da psergioit
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.