I “papà” delle rotte aeree attuali….dal 1971

Rotte-aeree-da-Linate.jpg

Pietro, tre giorni fa postando sul blog del nostro Sindaco che tratta il respingimento del ricorso al Tar del nostro comune,  si chiede:

Dopo aver scoperto ieri, grazie a Report di RAI 3, che l’ENAV è praticamente un centro di raccolta di raccomandati dove la competenza è solo un fastidio in più, ci piacerebbe sapere chi è stato il “papà” delle nuove rotte aeree. Vuoi scommettere che il suo nome lo troviamo nell’elenco di cui sopra?


Spulciando in internet ho trovato questi appunti:

A seguito delle pressioni fatte dai potenti amici dei due la direzione di Civilavia si impegna e..compie il miracolo:“con inopinata e sospetta tempestività, la direzione di Civilavia asseconda le “futuribili” esigenze del potente binomio Edilnord San Raffaele: il 15 dicembre 1971, emana i “Notam A267/71” (che entrerà in vigore il successivo 15 gennaio): “l’Avviso” dispone un dirottamento del corridoio di uscita da Linate, allontanandolo “di circa 700 metri dal limite orientale della zona interessata (“San Romanello”)”28. Coi nuovo “Notam”, la rotta diretta a Nord evita le zone di proprietà della Edilnord con le sue poche centinaia di residenti, ma determina un aggravio dell’inquinamento, acustico ai danni delle decine di migliaia di abitanti dei comuni di Segrate, Vímodrone, Cologno e Brughiero.” (da : Gli affari del presidente). Quindi per non “disturbare” alcune centinaia di residenti di Milano 2 si va a rovinare la vita a diverse decine di migliaia di persone.


E Cernusco? Anche lei nel calderone? Sarà andata così?
I “papà” delle rotte aeree attuali….dal 1971ultima modifica: 2011-04-01T15:55:32+02:00da psergioit
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Documentario. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento