Se lo dice Guazzoni il capo dell’ANACI…

Per facilità di lettura, riporto un articolo molto interessante, apparo sul “Corsera” qualche giorno fa. E’ la conferma della drammaticità della situazione di coloro che non riescono ne a pagare l’effitto ne, soprattutto le spese condominiali, per le quali gli altri condomini, dovono supplire….

———————————–

Un inquilino su 5 non paga o paga in ritardo. «Chiediamo un anticipo a tutti»

«C’è chi non riesce a pagare le spese di condominio perché oberato dai debiti. Ma anche chi si disinteressa»

MILANO – «I casi sono patologici. E negli ultimi tempi sono aumentati».

Aumentati di tanto?

«Mi lasci guardare i dati… Ecco, dal pri­mo gennaio a oggi, i ritardi nel pagamento di spese e bollette sono diventati il 20%. Erano il 12%».

Cioè, uno su cinque non paga.

«Non paga, oppure paga in fortissimo ri­tardo. Ma spesso non fa differenza. I debiti devono essere ripianati in qualche modo. E ci rimettono gli altri, quelli che pagano».

Dario Guazzoni è presidente dell’associazione milanese degli ammini­­stratori di condominio (Anaci), che «gover­na» sulla vita di quarantamila palazzi.

Ma io inquilino regolarmente puntua­le con le bollette, come posso difendermi rispetto a chi non paga? Pronto, Guazzoni, c’è ancora?

«Sì, sì, stavo pensando alle forme di difesa. Bè, con i decreti di ingiunzione e gli altri sfratti… Ma ce ne vuole di tem­po. In media parliamo di quattro-sei me­si per un decreto, di cinque-sette anni per uno sfratto».

Non è un po’ troppo?
«Vede, proviamo ad esaminare le cose nello specifico. In un palazzo c’è il riscalda­mento centralizzato, bene? Quello del pri­mo piano non paga: mica gli si può blocca­re l’erogazione, il mio riscaldamento passa dai suoi tubi. Idem per l’acqua. È difficile, parecchio difficile intervenire. Su venti in­quilini, mettiamo, due non versano la quo­ta per le spese di pulizia. L’amministratore cosa deve fare? Non fa più pulire? Lascia che lo stabile marcisca nello sporco?»

Da quel che vede lei, alla base dei ritar­di quale cause principali ci sono?
«Per lavoro mi occupo di condomìni in centro. Non creda però che la situazione sia differente rispetto alla periferia. C’è chi non riesce a pagare perché oberato dai de­biti, dal mutuo. Poi ci sono quelli che si di­sinteressano. Noi amministratori, con sem­pre maggiore frequenza, apriamo un “fon­do insoluto”, una quota di soldi versati dai condòmini e da utilizzare se qualcuno sal­ta le rate o le bollette. Sì, lo so, ci rimetto­no sempre quelli che non hanno colpe…».

A. Ga.
09 dicembre 2009

————————————-

Al Comune di Cernusco come vanno le cose?

Se lo dice Guazzoni il capo dell’ANACI…ultima modifica: 2009-12-13T11:50:00+01:00da psergioit
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Opinioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento