L’ineluttabilità dell’ampliamento di “Carosello” – Prime impressioni, primi appunti.

CaroselloCattura

­­

Ieri sera (8 lug 2014 – Seduta Commissione Territorio) alla presenza di ben tre ascoltatori fra il pubblico, ho asssistito ad una parte dell’esposizione pubblica (la prima) fatta dal Sindaco Comincini, alla quale sono seguite alcune richieste di chiarimento dei Consiglieri.

Per il tempo che mi sono fermato (fino alle 19,30) ho avuto la netta sensazione che si tratti di processo ineluttabile, qualcuno dice già deciso. Un processo senza possibilità di essere evitato-stoppato, non tanto per questioni di merito, ma per naturale accondiscendenza e manifesta inferiorità degli interlocutori territoriali autarchici.

In sintesi, dall’esposizione, ho raccolto questi picchetti:

  1. Sul territorio cernuschese, l’impatto è marginale e si assomma a quello localizzativo (ai margini del territorio). Nessuna verifica generale e dotazionale;
  2. Carugate ha già deciso, volenti o no: meglio non fare i cucù;
  3. Il vincolo Provinciale (aree PLIS) è debole e aggirabile facilmente;
  4. “Stare alla finestra” o partecipare all’evento cercando di massimizzare la trattativa?
  5. Occorre arginare la prepotenza del prossimo super-mega Centro Commerciale di Segrate, il più grande d’Italia;
  6. I commercianti cernuschesi non dovrebbero temere nulla;
  7. Creazione di posti di lavoro;
  8. Benefici e bonus di diverso titolo.

Ne deduco che del “territorio” – i senso generale – frega poco o niente a nessuno. Ecco i perché:

  • Punto 1. Ho già scritto della necessità di acquisire, prima di ogni valutazione, il trend di sviluppo e crescita – dati edilizi ed urbanistici cernuschesi – tenuti nascosti. E’ questione di trasparenza e coerenza anche se trattasi di ambito commerciale non abitativo – edilizio. Ineludibile.
  • Punto 2 e 8. Nessun coordinamento (apparente) con Carugate sulla contrattabilità dei bonus e tantomeno sulle scelte di merito. I due Comuni si presenterebbero al tavolo delle trattative in modo separato disorganico non paritario. Della serie <Chi vusa pusee la vaca le sua>>. Inaccettabile.
  • Punto 3. Si conferma l’elasticità Italiana sui vincoli (ne ho già parlato) e disomogeneità di veduta da parte degli Enti territoriali tutori. La certezza del diritto è sempre un optional L’ambientalismo verde-ecologico, si adegua sempre al “padrone del birocc”. Tutti i colori sono uguali.
  • Punto 4. Meglio “non stare alla finestra” (non essere pirla) piuttosto che sforzarsi di contrapporre valutazioni più pregnanti nel loro complesso (non solo limitato alla zona). Incommentabile.
  • Punto 5. Autorizzare l’ampliamento per contrastare la concorrenzialità di Segrate. Più preoccupati della concorrenza che l’insieme. Disarmente.
  • Punto 6. Il commercio cernuschese non soffrirà. Roba da maghi.
  • Punto 7. Creazione posti di lavoro. Refrain già sentito altre volte e per altre situazioni.

L’impressione di arrendevolezza-ineluttabilità generale mi sembra allarmante. Evidentemente la politica-amministrativa locale non ha migliori risorse culturali e ideologiche per argomentare più a fondo, semprechè voglia farlo.

Non può che essere l’esito di un modo di concepire l’Amministrazione senza impastarsi le mani con la popolazione e con essa confrontarsi nemmeno una volta.  Ci si disabitua al contatto e agli occhi delle persone. Meglio farlo su FB. Forse.

Se questo matrimonio se s’ha da fare lo si faccia, senza contorni o ipocrisie.

L’ineluttabilità dell’ampliamento di “Carosello” – Prime impressioni, primi appunti.ultima modifica: 2014-07-09T11:58:08+00:00da psergioit
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in PoliticaCernuschese, UrbanisticaPrgPgt. Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’ineluttabilità dell’ampliamento di “Carosello” – Prime impressioni, primi appunti.

  1. comincini scrive:

    Impossibile commentare una ricostruzione a tratti fantasiosa… Dai commercianti (mai detto quanto scritto, neppure lontanamente) alla presunta mancanza di coordinamento con Carugate (a cui non si è fatto alcun accenno), il post è ricco di pesanti inesattezze.
    Eugenio Comincini

  2. psergioit scrive:

    Comincini, in specie con me, si lascia sempre prendere la mano. Degli 8 picchetti che ho dedotto io a braccio (non è certo il verbale ufficiale) annota “pesanti inesattezze” su un punto solo: i Commercianti per cui chiedo scusa. Quanto alla mancanza di coordinamento con Carugate ancorchè dichiarata presunta, fa parte delle mie opinioni espresse in altri 6 punti. Tutto qui? O mamma! Pensavo gl’interessasse approfondire qualche cosa in più anche attraverso i miei stimoli “culturali” del pistolotto finale e magari i problemi trattati col precedente mio post, invece no. Più grave la travisazione sui Commercianti cernuschesi o l’ignavia colpevole della mancanza dei DATI ancora una volta sollecitati? PS. Vedere un Sindaco che ci mette mezz’ora a sistemare proiettore e pc, mi ha fatto tenerezza. Un po’ meno leggere OLLESORAC per un’ora.

Lascia un commento